Posted By admin
Il materasso anallergico

Comprare un materasso anallergico oppure ipoallergenico potrebbe rappresentare una soluzione importante non soltanto per chi soffre di disturbi particolari, quindi dormire su un materasso che non ha tali qualità potrebbe risultare impossibile, ma in gene per coloro che vorrebbero evitare che il luogo laddove si dorme potrebbe diventare coltura di batteri e vari agenti patogeni. Sul sito www.materassisulweb.it  è possibile consultare tanti importanti approfondimenti.

Le tipologie di materassi anallergici.

Non a caso che oggi qualunque prodotto sia pubblicizzato dalle aziende produttrici e viene proposto come un materasso antiacaro, anche se sia impossibile avere una protezione al 100%, è fondamentale poter contrastare quanto più possibile la nociva azione di acari e polvere, perchè secondo le stime dell’Oms ben oltre il 25% della popolazione mondiale è affetto da allergie di vario tipo, e proprio il posto laddove si dorme, dove si trascorre in genere un terzo della propria vita potrebbe essere il nodo cruciale per azionare la prevenzione. Ma che tipo di materasso anallergico è maggiormente adatto a tale scopo?.

Per poter prevenire che comparino allergie risulterebbe importante comprare un materasso anallergico, per poter diminuire quanto più possibile il rischio di entrare in contatto con batteri ed insetti che rischierebbero di portare patologie di diverso tipo. Ci sono tanti tipi di materasso antiacaro anallergico disponibili sul mercato, ecco quelli maggiormente comuni e le relative caratteristiche:

-materasso waterlily;

-materasso a molle;

-materasso in memory foam;
-materasso in lattice.
Quelli indicati sono soltanto i più comuni, in particolare i materassi in memory e waterlily, come tutti quelli realizzati con schiume di poliuretano espanso, siccome sono realizzati mediante sostanze chimiche sono totalmente anallergici, e vanno ad impedire agli acari di poter proliferare nella struttura del prodotto. Differente è il caso del materasso in lattice, che potrebbe essere sia naturale che sintetico, ed è un prodotto ipoallergenico che potrebbe comunque andare ad ingenerare una reazione in chi è intollerante a tale materiale, per cui la barriera protettiva è tanto alta ma non va ad eliminare totalmente il rischio allergico.

Infine nei materiassi a molle, per potersi accertare se veramente si tratta di un prodotto antiacaro oppure no, sarà necessario porre attenzione alla tipologia di materiale con il quale la struttura metallica è rivestita, le sue qualità anallergiche sono tuttavia complessivamente minori, ovvero si prestano maggiormente ad ingenerare reazioni allergiche alla polvere: i materassi a molle difatti, hanno tanti spazi vuoti al loro interno, e quindi smuovono un maggiore quantitativo d’aria rispetto agli altri tipi di materassi indicati, e questo maggiore quantitativo di aria si potrebbe tradurre pure in polvere che si andrebbe a depositare sul luogo dove si dorme.