Posted By admin
L’evoluzione delle bistecchiere, come cambiano i modelli sul mercato

L’evoluzione delle bistecchiere è ancora ‘in fieri’. In pochi anni ha raggiunto una diversificazione nell’offerta e nelle prestazioni davvero notevole, altri tempi da quando non si poteva nemmeno regolare la potenza, i primi modelli si potevano solo accendere senza comandi di impostazione e una volta arrivati al massimo grado di riscaldamento erano pronti per la cottura. Oggi le bistecchiere sono prodotti molto più sofisticati e tecnologici, dotati di programmi regolabili e funzionalità avanzate. Le migliori bistecchiere in commercio, targate Russel, Philips o Rowenta, hanno dispositivi che permettono il raggiungimento di gradi di temperatura variabili, a seconda dei cibi da cuocere, senza il rischio di dover bruciare la bistecca fuori e trovarsela cruda nel piatto. I migliori modelli in commercio sono anche progettati per ridurre la produzione di fumo e cattivi odori. Ma come scegliere la bistecchiera migliore?

In realtà più che migliori si dovrebbe parlare di prodotti mirati più o meno adatti a determinati tipi di cottura, nel dubbio si può dare un’occhiata al sito www.migliorebistecchiera.it.  Se si opta per una bistecchiera elettrica meglio scegliere quelle che sono provviste di griglie sfilabili, sarà un sicuro vantaggio anche in fase di pulizia senza dover rischiare di danneggiare le resistenze. Un difetto delle bistecchiere, soprattutto quelle più grandi realizzate in ghisa, è che sono molto pesanti e poco impugnabili. E’ sempre preferibile scegliere i modelli antiaderenti, meglio se con due piastre, da un lato lisce e dall’altro con scanalature ‘raccogli-grassi’. Controllare anche che i manici siano ben isolati per poter maneggiare la bistecchiera in tutta sicurezza senza il pericolo di rimanere ustionati.

Come tutti gli elettrodomestici anche le bistecchiere sono coperte da garanzia, quindi se dovessero danneggiarsi nell’arco di due anni dall’acquisto, si può portarle in assistenza per una riparazione gratuita, a riguardo si raccomanda di conservare lo scontrino d’acquisto. In ogni caso, per garantire lunga vita a una bistecchiera, è basilare provvedere alla sua manutenzione con la massima cura. Ad esempio, ricordarsi sempre dopo l’uso di pulirla accuratamente rimuovendo con un panno umido e non abrasivo il grasso rimasto in superficie che altrimenti potrebbe incrostarsi e, soprattutto in presenze di leghe metalliche come la ghisa, farla arrugginire. In tal caso, non c’è garanzia che tenga. Ottimi prodotti li potete trovare su Migliorebistecchiera.it come ad esempio le bistecchiere in pietra.